Meditazione del cuore

meditazioneLa meditazione del cuore è una meditazione con un mantra, con il mantra “Dio è amore”.
L’iniziazione a questa meditazione avviene nell’ambito di una cerimonia. Serve a condurre il flusso energetico stimolato dalla meditazione verso il chakra del cuore nonché ad approfondire l’esperienza di “Dio è amore” in contatto con il proprio amore e la proprio verità.
Dopo quest’iniziazione il mantra viene utilizzato come una catena interminabile di ripetizioni tra sé e sé di “Dio è amore”.
Schemi di pensiero che disturbano all’inizio sono segni di scarsa concentrazione, della risoluzione di aspetti della propria vita non superati e di un piano meditativo interno non ancora sufficiente maturato e spariscono con l’esercizio regolare. Viene a formarsi anche un piano della recitazione del mantra che potrà essere utilizzato in modo duraturo e parallelo al nostro mondo di pensieri e non sarà toccato o disturbato dal flusso dei pensieri.
La recitazione del mantra avviene di regola in sedute mattutine e serali di 15 minuti. Un aumento della frequenza di meditazione è possibile. Più importante della lunghezza di singole sedute è la regolarità disciplinata che non dovrebbe dipendere da oscillazioni emozionali del giorno.
Il mantra viene recitato nella propria madre lingua.
Per ricevere l’iniziazione alla meditazione è indispensabile astenersi completamente dall’uso di droghe. Tra quest’informazione e l’iniziazione alla meditazione dovrebbe passare un lasso di tempo di almeno 4 settimane, in cui verificare i propri motivi riguardo al proprio cammino interiore.
L’iniziazione alla meditazione non dipende da alcuna appartenenza ad una religione o dalla propria provenienza. È gratuita e comporta obblighi e diritti solo nei confronti di sé stessi.

Esperienza con la meditazione di Insha

Insha-ShaktiI tre piani della meditazione e come ho imparato a meditare
All’inizio degli anni 90 iniziai a confrontarmi con il mondo della spiritualità e sentii ripetutamente che la meditazione tranquillizza, aiuta a centrarsi, a sanare e a promuovere l’amore. Io non aveva idea cosa fosse veramente la meditazione o come si medita. Sentii che bisogna costruire un altare, poi ci si siede su un cuscino, si chiudono gli occhi e si “diventa tranquilli”.
Behh, purtroppo con me non funzionava.
Appena stetti seduta per alcuni minuti, mi si addormentarono le gambe oppure ebbi la sensazione di 1000 formiche in tutto il corpo, 100 pensieri mi passarono per la testa, ma tranquilla? No, tranquilla non diventai. Allora andai alla ricerca: dove potevo imparare a meditare? Comprai libri, frequentai corsi, ma niente mi accese la famosa lampadina. Seguì una periodo, in cui riuscivo a rilassarmi, ma nel rilassamento mi addormentavo.
Nel 1998 conobbi Agni, la tradizione del fuoco ed anche la meditazione del cuore.
La meditazione del cuore è una meditazione iniziatica, alla quale un maestro spirituale dà l’iniziazione alla tradizione. Un’iniziazione al mantra “Dio è amore”.
Con questa iniziazione – che avviene su tutti i chakra, i piani di creazione del nostro corpo, ed è molto profonda, sacra e bellissima – finalmente iniziai a meditare.
L’effetto del mantra è quello di unire le certezze „Dio è amore” e “Io sono amore”. Innalza il livello energetico e rende felici. Sostiene tutto il sistema corporeo con il flusso dell’amore. Il mantra “Dio è amore” percorre il mio cuore in tranquilla, perpetua ripetizione, come un mulino di preghiera.
Appresi, altresì, che la meditazione si sviluppa in 3 fasi.

Recitazione

Si inizia con la recitazione. Ripeto il mantra tranquillamente in me e lo ripeto finché non dura la meditazione. I miei pensieri vagano – cosa devo comperare domani, ecc. – ah sì, sto meditando …. “Dio è amore, Dio è amore” … così con l’aiuto del mantra mi riporto sempre nel centro. Questo continua finché improvvisamente, senza alcun impegno passo alla fase successiva della meditazione.

Contemplazione

La seconda fase è la contemplazione. Il mantra corre nel mio cuore, come un mulino di preghiera e passo a un livello energetico elevato. Durante la contemplazione il flusso del mantra non viene interrotto e grazie all’alto livello energetico posso entrare in contatto con il mio Essere superiore; posso porre domande, ricevere risposte su questo piano. In questa forma della contemplazione posso inviare energia guaritrice, imporre le mani. Nasce un flusso divino, al quale mi concedo. La contemplazione è ancora oggi il modo di meditazione più frequente in me.

Meditazione

E poi, quando immergo nel profondo più profondo, entro veramente in meditazione: „Dio è amore” ed io diventano un’UNITÀ. Sprofondo nel flusso della felicità. Tempo e spazio cessano di esistere.
In questo modo ho imparato a meditare e oggi è parte di ogni giorno della mia vita.